Lettera aperta

Lettera aperta Scuola Don_Milani.pdf
Documento Adobe Acrobat 155.3 KB

Villaggio Brollo, 22/10/2012

 

All’Istituto Comprensivo Regina Elena

Alle docenti della scuola Don Milani

p.c Alle Amministrazioni Comunali di

- Limbiate

- Solaro

Ai genitori della Scuola Don Milani

 

LETTERA APERTA

 

Oggetto: Costituzione di un Istituto Comprensivo Sovracomunale

 

L’Associazione “Amici del Villaggio” è venuta a conoscenza della nuova proposta avanzata dalle

Amministrazioni Comunali di Limbiate e Solaro dell’accorpamento del plesso della scuola Don Milani di

Villaggio Brollo/Solaro alle scuole Don Saltini e Gramsci e ad altre due scuole di Limbiate per costituire un nuovo Istituto Comprensivo Sovracomunale (ICS).

A fronte di alcune contrarietà emerse in questi giorni, vorremmo farvi partecipi di alcune nostre riflessioni sulla questione.

La scuola di base – materna, elementare e media ‐ dopo la famiglia, è il primo luogo educativo e socializzante che incontra un bambino nel proprio percorso di vita. Per queste fasce d’età non c’è più la strada o il cortile per socializzare ma solo o quasi luoghi istituzionali, come l’oratorio o l’associazione sportiva, E’ in questi luoghi che si forma l’identità e il senso di appartenenza, che si creano legami sociali e si formano le proprie radici: la scuola tuttavia ricopre un ruolo fondamentale nella formazione delle persone perché coinvolge tutti i bambini in modo uniforme, diventando luogo di socializzazione anche per i genitori; tutto ciò ha un senso maggiore se legato al territorio.

Non stiamo qui a ricordare l’attuale situazione – ben nota a tutti ‐ dei nostri quartieri divisi in tre comuni, due province, due ASL, due distretti telefonici e altro ancora ma soprattutto la divisione delle tre scuole che dipendono da tre dirigenze diverse.

 

E veniamo al nuovo progetto di Istituto Comprensivo Sovracomunale.

Tale proposta annulla quella avanzata lo scorso anno che prevedeva l’accorpamento all’IC Regina Elena di Solaro di alcune scuole Limbiatesi (la materna Don Z. Saltini e la media Gramsci) che gravitano sul territorio dei Villaggio Sole e che sono frequentate anche da alunni residenti al Villaggio Brollo, così come la scuola Don Milani è frequentata anche da alunni residenti al Villaggio Sole.

E’ noto che quella proposta aveva dei punti di debolezza: i principali erano che i due IC Limbiatesi che si

sarebbero venuti a creare avevano un numero molto elevato di alunni e ci sarebbero stati dei disagi per

ritocchi di organico che tuttavia non mettevano in discussione posti di lavoro.

Quel progetto però aveva un notevole punto di forza: quello di vedere finalmente riunite sotto un unico IC le scuole di Villaggio Brollo e Sole. All’epoca, pur vedendo aumentare il n. complessivo di allievi, l’IC Regina Elena, docenti e genitori della Don Milani accolsero tale progetto forse vedendo, in questa proposta, portare a compimento il terzo tentativo (dopo quelli del 2003 e del 2009) di accorpare le scuole dei nostri quartieri.

Ora la situazione sembra ribaltata: è la Don Milani che dovrebbe far parte di un IC Sovracomunale di nuova costituzione facente però capo a Limbiate.

E’ innegabile che anche questa soluzione presenta aspetti negativi e positivi.

L’aspetto negativo è sicuramente che l’accorpamento delle 3 scuole dei nostri quartieri è “slegato” territorialmente dalle le scuole di Limbiate individuate per la costituzione del nuovo IC – frutto, a nostro

avviso, di un compromesso che però vorrebbe favorire l’unificazione delle scuole dei nostri quartieri. D’altro canto lo stesso discorso territoriale poteva valere per le scuole Don Saltini e Gramsci nei confronti dell’IC di Solaro, così come potrebbe valere per la Don Milani nei confronti di Solaro stesso.

L’altro aspetto negativo potrebbe essere che per le scuole Limbiatesi, che non hanno esperienza di una

didattica “verticale”, ci vorrà un po’ di tempo per capire e fare propri i meccanismi e le potenzialità che può offrire un IC ma in ogni caso in quella direzione bisogna andare.

L’aspetto positivo, nella proposta attuale come in quella dello scorso anno, resta – oggi come allora – la

possibilità di accorpare tutti i plessi scolastici di Villaggio Brollo/Sole all’interno di un unico IC, facendo quasi diventare – in questo caso ‐ le 3 scuole dei nostri quartieri il “fulcro” reale dell’IC Sovracomunale perché sicuramente su questo territorio si potrebbero realizzare quei progetti educativi unitari che migliorerebbero l’offerta formativa di ciascuna scuola nel suo insieme.

Un ulteriore aspetto positivo sarebbe certamente l’esperienza delle docenti della Don Milani, che da anni lavorano su una didattica “comprensiva”, da considerare come un punto di riferimento e una risorsa innegabile per l’ICS di nuova formazione.

Non stiamo a dilungarci sugli altri effetti positivi già espressi in altre sedi (assemblea pubblica a Limbiate il 30/09/2011) e con comunicati stampa (Cittadino e Giornale di Desio del 24/09/2011) che per noi –

coerentemente ‐ restano validi anche per questo progetto seppur “ribaltato”.

Sicuramente restano aperte alcune problematiche che devono essere chiarite e chieste come garanzie dalle Amministrazioni Comunali alla Direzione scolastica Regionale:

 

  • il mantenimento dell’IC Regina Elena anche senza la scuola Don Milani;
  • l’assegnazione al nuovo ICS ad un dirigente capace di rapportarsi e collaborare con amministrazioni

diverse e con esperienze positive di dirigenza di Istituti Comprensivi;

  • valutare la possibilità di non spostare il personale docente e non docente almeno per un anno per

favorire l’avvio del nuovo Istituto, posta la condizione di mantenere il proprio posto e luogo di lavoro

Ulteriori garanzie dovrebbero inoltre arrivare dalle Amministrazioni Comunali di Limbiate e Solaro:

  • la priorità di iscrizione ai plessi di Brollo/Sole ai residenti dei due quartieri;
  • il mantenimento e la parità di costo degli attuali servizi extrascolastici (pre‐post scuola , mensa, pedibus);
  • un’attenzione particolare e un coordinamento tra le amministrazioni per l’assegnazione di fondi

(seppur immaginiamo sempre più ridotti) del diritto allo studio per questo IC Sovracomunale

 

L’Associazione Amici del Villaggio esprime pertanto il proprio sostegno al progetto dell’Istituto Comprensivo Sovracomunale, pur essendo consapevole che i cambiamenti possono provocare in ciascuno di noi ansia, timore e turbamento ma che talvolta si possono trasformare in un arricchimento personale e in una risorsa per le istituzioni e la comunità.

 

Associazione Amici del Villaggio

Il Presidente

(Sonia Pessotto)

News

Formazione Amica Adv
Formazione Amica Adv

Scopri tutte le iniziative.